PADIS

Pubblicazioni Aperte DIgitali Sapienza > Storia, disegno e restauro dell'architettura > STORIA E RESTAURO DELL'ARCHITETTURA >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10805/1245

Title: ARCHITETTURA E FORMA URBIS NELL'OPERA MILANESE DI GIOVANNI MUZIO
Authors: SIMIOLI, ADELE
Tutor: MUNTONI, ALESSANDRA
Keywords: MUZIO
MILANO
STORIA
ARCHITETTURA
Issue Date: 14-Nov-2011
Abstract: Lo studio mira ad un approfondimento critico dell’opera dell’architetto milanese Giovanni Muzio (1893-1982) dal punto di vista delle relazioni tra architetture e disegno urbano.
URI: http://hdl.handle.net/10805/1245
Research interests: Storia dell'arte e dell'architettura del '900
Skills short description: Laureata in lettere moderne, si specializza in storia dell’arte contemporanea presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano nell’a.a. 2006/07 (con tesi in Storia dell’arch. contemporanea). Ha svolto attività di ricerca inerente temi di architettura contemporanea presso il Politecnico di Milano, dipartimento di Architettura e Pianificazione (DIAP), attualmente in collaborazione al programma di ricerca denominato “Atlante dei manicomi in Lombardia e nell’area italiana nord-orientale tra Ottocento e Novecento” (PRIN 2008; coord. Prof. M. A. Crippa). Presso la stessa università collabora alla didattica in qualità di cultore della materia di Storia dell’Architettura (ICAR 18) al corso di Storia dell’architettura del XX secolo – Problemi di tutela tenuto dalla Prof. ssa Maria Antonietta Crippa.
Appears in PhD:STORIA E RESTAURO DELL'ARCHITETTURA

Files in This Item:

File Description SizeFormat
A. Simioli_Architettura e forma urbis.pdf1.63 MBAdobe PDF

File del Curriculum Vitae:

CurriculumVitae.Simioli_CV_nov2011.doc 93 kBMicrosoft Word


This item is protected by original copyright

Recommend this item

Items in PADIS are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.

 

Valid XHTML 1.0! DSpace Software Copyright © 2002-2010  Duraspace - Feedback Sviluppo e manutenzione a cura del CINECA