PADIS

Pubblicazioni Aperte DIgitali Sapienza > Chirurgia "P. Valdoni" > CHIRURGIA >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10805/1257

Title: Ablazione mediante radiofrequenza e microwave dei tumori primitivi del fegato: comparazione dei risultati e degli accessi
Authors: CASSINI, DILETTA
Tutor: TOCCHI, ADRIANO
BALDAZZI, GIANANDREA
Keywords: MICROWAVE
TUMORI EPATICI
Issue Date: 2011
Description: L’HCC rappresenta la settima causa di morte per tumore in Italia e la quinta nel mondo con circa 5000 decessi annui (circa il 3% delle morti per tumore) e 500.000 nuovi casi all’anno. Attualmente solo il 5-15% dei pazienti affetti da HCC risultano candidabili, al momento della diagnosi, ad un trattamento epatico resettivo. L’elevato numero di pazienti affetti da neoplasia epatica primitiva non suscettibili di terapia chirurgica radicale o in attesa di trapianto, ha rappresentato lo stimolo grazie al quale sono state messe in opera alcune procedure di trattamento alternative alla chirurgia quali appunto la radiofrequenza (RFA) e le Micro-Wave. Scopo di questa ricerca è stato appunto quello di valutare i risultati relativi all’impiego della radiofrequenza e delle micro-onde nel trattamento delle neoplasie epatiche primitive non resecabili sia attraverso il confronto, per entrambe le metodiche, delle tre diverse tecniche di esecuzione ( percutanea, videoassistita e laparotomica) sia attraverso l’analisi e la comparazione dei risultati (morbidità, mortalità, recidiva locale) Primo obiettivo è stato pertanto quello di analizzare e di individuare i possibili criteri di selezione e di arruolamento dei pazienti per le diverse metodiche attraverso l’analisi dei dati demografici e tumore-specifici, di descrivere e standardizzare le diverse tecniche analizzando i dati ricavati dai risultati intraoperatori, procedura-correlati (tempo/temperatura), e procedure associate (interventi associati, complicanze intraoperatorie). Sono stati rilevati ed analizzati i dati forniti dal monitoraggio clinico/ laboratoristico durante la degenza e le morbidità perioperatorie di entrambe le procedure nei diversi approcci chirurgici. A tal proposito sono stati esaminati i criteri di selezione delle tre differenti tecniche di approccio per l’RF e per le MW al fine di valutarne la reale applicabilità clinica correlata alla valutazione del rapporto costo/beneficio compreso l'utilizzo di metodiche quali l'ecografia intra operatoria laparoscopica. Come secondo ed ultimo obiettivo sono stati analizzati e comparati i dati relativi al follow up oncologico in termini di recidiva locale a breve e medio termine al fine di valutare la radicalità oncologica delle due procedure ablative.
URI: http://hdl.handle.net/10805/1257
Research interests: general surgery,robotic surgery, laparoscopic surgery
Personal skills keywords: radiofrequency ablation, ultrasonography, laparoscopic surgery
Appears in PhD:CHIRURGIA

Files in This Item:

File Description SizeFormat
tesi dottorato.docLETTURA DATI PROCEDURE837.5 kBMicrosoft Word

File del Curriculum Vitae:

CurriculumVitae.doc 73 kBMicrosoft Word


This item is protected by original copyright

Recommend this item

Items in PADIS are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.

 

Valid XHTML 1.0! DSpace Software Copyright © 2002-2010  Duraspace - Feedback Sviluppo e manutenzione a cura del CINECA