PADIS

Pubblicazioni Aperte DIgitali Sapienza > Management e tecnologie > SCIENZE MERCEOLOGICHE >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10805/1691

Title: Campionamento del combustibile da rifiuto (CDR): rappresentatività del campione da laboratorio e affidabilità del dato finale
Authors: PINTORE, MANUELA
Tutor: Prof. Boccacci Mariani, Maurizio
Keywords: Sampling
Solid Secondary Fuels
expanded uncertainty
Issue Date: 22-May-2012
Abstract: Il combustibile da rifiuto (CDR) prodotto dagli impianti di deselezione e produzione si ottiene attraverso processi che eliminano i materiali non combustibili e la frazione umida;, imballaggi multimateriali gomme, resine e fibre sintetiche non contenenti cloro. Da diversi confronti interlaboratorio emergono chiare indicazioni sul contributo rilevante del campionamento all’incertezza finale del risultato analitico. La probabilità di analizzare campioni non rappresentativi non solo di CDR è molto concreta e altrettanto elevato è il rischio di non evidenziare situazioni di non conformità o al contrario creare allarmismi ingiustificati. In questo studio si è esaminata la validità della procedura di campionamento del CDR secondo i diversi parametri indicati nella norma UNI 9903-1:2004 in termini di incertezza estesa di campionamento. Tale studio è stato applicato al campionamento di su un lotto di produzione definito dalla norma UNI 9903-3:2004.
URI: http://hdl.handle.net/10805/1691
Research interests: Environmental analysis, validation methods and expanded uncertainty , Analytical Chemistry, Merceological analysis.
Skills short description: Tesi di Laurea svolta presso il CNR di Montelibretti (RM) presso l’Istituto di Cromatografia in collaborazione con l’Istituto di Biologia Agro-Ambientale e Forestale (IBAF). Dottore in Chimica dal 2004 con votazione 110/110. Iscrizione all’Ordine dei Chimici di Lazio, Umbria, Abbruzzo e Molise (LUAM) dal 2010. Ha partecipato alle attività di ricerca con il gruppo del Prof. Campanella presso il Dipartimento di Chimica de “La Sapienza” dal 2005 al 2009, acquisendo competenze in ambito Elettrochimico e realizzando diverse soluzioni per il monitoraggio di matrici alimentari e ambientali. Premio Società Chimica Italiana SCI 2006 per la migliore tesi di laurea in campo ambientale. Ha frequentato corsi di aggiornamento professionali post laurea e seminari per l’acquisizione di maggiori competenze in campo chimico-analitico. Ha partecipato alle attività di ricerca con il gruppo del Prof. Chiaccherini presso il Dipartimento di Management e Territorio (ex. Dipartimento di Tecnologie, Risorse e Sviluppo) de “La Sapienza” dal 2009 al 2011. Autrice di diversi lavori nel settore della Chimica Analitica, dell’Elettrochimica e della Chimica Ambientale. Ha partecipato a diversi Congressi Nazionali ed Internazionali offrendo contributi scientifici in campo alimentare ed ambientale. Responsabile di Laboratorio di analisi chimiche dal 2010. Dottore di Ricerca in Scienze Merceologiche dal 2012. Ha partecipato alle attività di ricerca nell’ambito del progetto PINN-PALMER, finanziato dalla Regione Lazio, finalizzata a fornire alle PMI una gamma di soluzioni progettuali innovative, nonché attività tecniche necessarie alla realizzazione dei Progetti Imprenditoriali
Personal skills keywords: Technical Director of Chemical lab
Ph.D in Merceological sciences
Degree in Chemistry
Appears in PhD:SCIENZE MERCEOLOGICHE

Files in This Item:

File Description SizeFormat
FRONTESPIZIO_TESI_MANUELA_PINTORE.docFRONTESPIZIO TESI MANUELA PINTORE41 kBMicrosoft Word
TESI DOTTORATO- MANUELA PINTORE.docIl combustibile da rifiuto (CDR) prodotto dagli impianti di deselezione e produzione si ottiene attraverso processi che eliminano i materiali non combustibili e la frazione umida;, imballaggi multimateriali gomme, resine e fibre sintetiche non contenenti cloro. Da diversi confronti interlaboratorio emergono chiare indicazioni sul contributo rilevante del campionamento all’incertezza finale del risultato analitico. La probabilità di analizzare campioni non rappresentativi non solo di CDR è molto concreta e altrettanto elevato è il rischio di non evidenziare situazioni di non conformità o al contrario creare allarmismi ingiustificati. In questo studio si è esaminata la validità della procedura di campionamento del CDR secondo i diversi parametri indicati nella norma UNI 9903-1:2004 in termini di incertezza estesa di campionamento. Tale studio è stato applicato al campionamento di su un lotto di produzione definito dalla norma UNI 9903-3:2004. 4.23 MBMicrosoft Word

File del Curriculum Vitae:

CurriculumVitae.pdf 7.07 MBAdobe PDF


This item is protected by original copyright

Recommend this item

Items in PADIS are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.

 

Valid XHTML 1.0! DSpace Software Copyright © 2002-2010  Duraspace - Feedback Sviluppo e manutenzione a cura del CINECA