PADIS

Pubblicazioni Aperte DIgitali Sapienza > FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA 2 [disattivato] > METODOLOGIE DI RICERCA SPERIMENTALE E CLINICA IN ONCOLOGIA >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10805/1899

Title: VEGF-D e caratteri anatomo patologici tumori gastrointestinali
Authors: BELLAGAMBA, RICCARDO
ferri, mario
aurello, paolo
Tutor: ferri, mario
Keywords: VEGF-D
colorectal cancer
Gastric tumor
Issue Date: 6-Dec-2012
Abstract: La diffusione metastatica è il principale fattore prognostico negativo nelle patologie neoplastiche ed il sistema linfatico risulta essere tra le prime vie di diffusione a distanza delle cellule neoplastiche.[1] Le glicoproteine VEGF-C e VEGF-D sono membri della famiglia del Vascular Endothelial Growth Factor (VEGF) riconosciuta come regolatore della proliferazione del sistema linfatico durante l’embriogenesi e nei processi patologici come gli stati infiammatori, i disordini del sistema linfatico e la diffusione metastatica dei tumori maligni. [1-3] [2-5] Le neoplasie solide in grado di esprimere VEGF risultano favorite nella crescita in quanto l’aumentato metabolismo delle cellule tumorali necessita di un maggiore apporto energetico e dunque di una maggiore vascolarizzazione. Ne consegue un aumento del potenziale metastatico.[6] Secondo i più recenti studi la famiglia VEGF è composta da 5 citochine nei mammiferi: VEGF, PIGF (platelet induced growth factor), VEGF-B, VEGF-C, VEGF-D.[4-8] (Tab. Ia, Ib).[7-11] I sottotipi VEGF-C e VEGF-D sono stati identificati come ligandi del recettore linfatico endoteliale VEGFR3 così come per il recettore dell’endotelio vascolare VEGFR2. [13-15] [12-15] Sia il VEGF-C che il VEGF-D sono capaci di indurre la proliferazione e la migrazione di cellule linfatiche endoteliali in vitro. [16] [16] Studi sperimentali e clinico patologici hanno correlato l’asse VEGF-C, VEGF-D/VEGFR3 alla diffusione linfatica cosi come alla prognosi di diversi tumori solidi nell’uomo. [17] E’ stato inoltre dimostrato come il VEGF del sottotipo “D” sia responsabile della aumentata linfoangiogenesi.[9-12] [18-21] La maggior parte di questi dati sono stati raccolti tramite lo studio dei campioni anatomopatologici post resezione con intento curativo.[6;17] Nel tentativo di ottenere le medesime informazioni prima dell’eventuale trattamento sia per prognosi che per indirizzare verso la giusta terapia, è stato sviluppato un metodo immunoistochimico per le neoplasie solide dell’apparato gastrointestinale (stomaco-esofago-colonretto). [22-23] Infatti lo studio quantitativo del VEGF-C e VEGF-D in campioni di sangue periferico risultano utili come possibile applicazione del come biomarker preoperatorio in merito alla diffusione metastatica linfonodale e contribuire allo staging preoperatorio delle suddette neoplasie solide del tratto gastrointestinale. La correlazione tra l’asse VEGFC, VEGFD ed il VEGFR3 è dimostrata da diversi studi in molti tumori solidi. [17-19] [24-26] La maggior parte dei studi ha confermato la correlazione positiva tra la maggior espressione del growth factor e fattori oncologici sfavorevoli. [20-23] [27-30] Scopo della ricerca è individuare una correlazione tra l’espressione del VEGF-D ed alcuni parametri anatomo-patologici caratteristici delle neoplasie in studio.
URI: http://hdl.handle.net/10805/1899
Research interests: Chirurgia oncologica, chirurgia epatobiliopancratica, trapianti di fegato, chirurgia addominale
Skills short description: specializzazine in chirurgia generale con particolare interesse alla chirurgia epatobiliopancreatica ed i trapianti di fegato, contemporaneo interesse per il la carriera universitaria con pubblicazioni nel campo e dottorato di ricerca
Personal skills keywords: chirurgia generale
dottorato di ricerca
trapianti di fegato
Appears in PhD:METODOLOGIE DI RICERCA SPERIMENTALE E CLINICA IN ONCOLOGIA

Files in This Item:

File Description SizeFormat
TESI.pdfTesto tesi dottorato333.54 kBAdobe PDF

File del Curriculum Vitae:

CurriculumVitae.doc 872.5 kBMicrosoft Word


This item is protected by original copyright

Recommend this item

Items in PADIS are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.

 

Valid XHTML 1.0! DSpace Software Copyright © 2002-2010  Duraspace - Feedback Sviluppo e manutenzione a cura del CINECA