PADIS

Pubblicazioni Aperte DIgitali Sapienza > Architettura e Progetto > PROGETTAZIONE E GESTIONE DELL'AMBIENTE E DEL PAESAGGIO >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10805/1950

Title: Memoria del paesaggio urbano in un confronto tra oriente e occidente
Authors: HYUN, KYUNG AH
Tutor: Genovesi, Enrico
Keywords: urban landscape
memoria del paesaggio urbano
confronto oriente occidente
memory of urban landscape
confrontation between east and west
semiology
memory of nature
genius loci
fondazione della citta'
foundation in the city
geomancy
reading urban landscape
memory geomorphological elements
recovery of the geomorphologycal context
semiotic studies
Issue Date: 18-Mar-2013
Abstract: This research deals with the reading of the urban landscape through the semiological analysis that accompanied the traditional analysis, identifies problems and promotes the recovery of memory in non-interactive relationship between nature and the city in a confrontation between East and West. Some recent restoration and enhancement of the natural element in the cities confirm what is important for their inhabitants the memory of the natural root element to be transmitted to future generations. In every person and at the base of all his behavior, there is stored information, called traditional knowledge, that every generation has always sought in its own way to transfer to the next. The emotional factor is always associated information, and they are memorized in terms of where the emotion is important. If the emotion is too little or none existent, information will be deleted. Based on these considerations associated with the operation of memory we fix the following objective: read in the contemporary city, what is left of the memory of nature, and then decide how to save themselves and to hand it down to posterity. This reinforcement that justifies why this thesis derives from the study of the problems of modernity. We hypothesize that the difference is not so much to create problems as the resemblance, approval and then perhaps it is possible that the advance of modernity in the technological, social, economic has led to a cultural leap in the direction of a simultaneous of the past and tradition, because it seems that there resides the last bastion of difference. Girard (2006) reflects that you are delegating more and more to the past to tell us who we are in the present, it is thought that only the past can help us to build an identity that allows differentiation from other groups with which we are more close. So you can’t have development without having the memory of nature as a part of human history, you need to understand that we maintain the identity of the place even if we keep the memory of nature. The intervention must come from the place along with the natural elements that are part of the identity of the place. The collective memory is not only an achievement, it is a tool and a target power. The companies in which social memory is largely oral or those who are constituting a collective memory written permit better understanding of this principle. ------------ La ricerca affronta il tema della lettura del paesaggio urbano attraverso l’analisi semiologica che affiancata alle analisi tradizionali, individua i problemi e favorisce il recupero della memoria nel rapporto interattivo mancato tra la natura e la città in un confronto tra Oriente e Occidente. Alcuni recenti interventi di recupero e valorizzazione dell’elemento naturale nelle città ci confermano quanto per i loro abitanti sia importante la memoria delle radici naturali, un elemento da trasmettere alle generazioni future. In ogni persona e alla base d’ogni suo comportamento esistono una serie di informazioni memorizzate, chiamate saperi tradizionali, che ogni generazione ha sempre cercato a suo modo di trasferire alla successiva. Il fattore emozionale viene sempre associato a informazioni, ed esse si fissano nella memoria in funzione di quanto l’emozione suscitata sia importante. Se l’emozione è minima o addirittura nulla, l’informazione verrà cancellata. In base a queste considerazioni legate al funzionamento della memoria, la ricerca si fissa il seguente obiettivo: Leggere nella città contemporanea cos’è rimasto della memoria della natura, per poi decidere se e come salvarla per tramandarla ai posteri. Un rafforzativo che giustifica il perchè di questa tesi deriva anche dallo studio dei problemi della modernità. Possiamo avanzare l’ipotesi che non sia tanto la differenza a creare problema, quanto la somiglianza, l’omologazione ed allora forse è possibile che l’avanzare della modernità in ambito tecnologico, sociale, economico, abbia comportato sul piano culturale un simultaneo soprassalto in direzione del passato e della tradizione, perché sembra che lì risieda l’ultimo baluardo della differenza. Girard(2006) riflette che si delega sempre di più al passato il dirci chi siamo nel presente, si pensa che solo il passato possa aiutarci a costruire un’identità che permetta la differenziazione dagli altri gruppi con cui siamo a sempre più stretto contatto. Quindi non è possibile avere lo sviluppo senza avere memoria della natura come parte della storia umana. È necessario capire che noi manteniamo l'identità del luogo se manteniamo anche la memoria della natura. L’intervento deve nascere dal luogo insieme agli elementi naturali che ne sono parte dell'identità. La memoria collettiva non è soltanto una conquista; è uno strumento e una mira di potenza. Le società nelle quali la memoria sociale è principalmente orale o quelle che stanno costituendosi una memoria collettiva scritta permettono meglio di intendere questo principio.
Description: This thesis contains the Thesis Extract in English
URI: http://hdl.handle.net/10805/1950
Appears in PhD:PROGETTAZIONE E GESTIONE DELL'AMBIENTE E DEL PAESAGGIO

Files in This Item:

File Description SizeFormat
MemoriaDelPaesaggioUrbanoInUnConfrontoTraOriente eOccidente-KyungAh Hyun.pdftesi dottorato / Memoria del paesaggio urbano in un confronto tra oriente e occidente17.85 MBAdobe PDF

File del Curriculum Vitae:

CurriculumVitae.KyungAh Hyun.pdf 4.41 kBAdobe PDF


This item is protected by original copyright

Recommend this item

Items in PADIS are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.

 

Valid XHTML 1.0! DSpace Software Copyright © 2002-2010  Duraspace - Feedback Sviluppo e manutenzione a cura del CINECA