PADIS

Pubblicazioni Aperte DIgitali Sapienza > COMUNICAZIONE E RICERCA SOCIALE > SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10805/2638

Title: Per una interpretazione delle nuove TV
Other Titles: Dai giochi linguistici ai giochi mediali
Authors: LIBERACE, PAOLA
Tutor: Marinelli, Alberto
Gavrila, Mihaela
Keywords: Televisione
Media
Nuove TV
Audience
Giochi linguistici
Giochi mediali
Web
Convergenza
Issue Date: 2-Jul-2014
Abstract: La tesi riporta i risultati dell’indagine sulle ultime entità mediali sorte dall’evoluzione della TV. La ricerca ripercorre i casi di studio più significativi che incarnano la trasformazione in corso, domandandosi come sia possibile interpretarne il significato. Rispetto alle tante proposte teoriche già avanzate, l’obiettivo non è quello di giungere a una definizione il più possibile ultimativa della TV e delle ultime forme mediali ad essa correlate, ma semmai quello di verificare quale modello teorico sia necessario adottare per comprenderne gli sviluppi. Concentrandorsi sul medium, l’indagine sceglie di guardare al consumo, invece che alla produzione, e quindi di inquadrare anzitutto il pubblico: piuttosto che contrapporre “vecchie” e “nuove” audience, viene evidenziato il loro tentativo comune di colmare le lacune dell’esistenza attraverso i significati ricevuti, rielaborati, ricreati tramite la TV. Il modello teorico che viene proposto è quindi di tipo linguistico, mutuato dalla filosofia di Wittgenstein, e prevede di interpretare le “nuove TV” come altrettanti “giochi mediali”, in cui i partecipanti – membri della “forma di vita” dell’audience – non si limitano a condividere e applicare regole di significato, ma possono ricodificarle, reinterpretarle, aprendo la strada alla nascita di nuovi giochi. Mettendo alla prova la tenuta del modello nella fase desk che in quella field, la ricerca affianca ai dati quantitativi le evidenze qualitative; la “cassetta degli attrezzi” viene equipaggiata con strumenti sperimentati in contesti sia reali che virtuali, integrata con quelli attinti dagli studi di human-computer interaction, ma anche con quelli familiari agli addetti di marketing. Ricapitolando le principali risultanze emerse dall’indagine, la nozione che sintetizza meglio le evidenze sulla famiglia delle “nuove TV” appare infine quella di puzzle, che conferma il nesso con la metafora del “gioco mediale” e sottolinea la dimensione collaborativa, l’intento costruttivo, la tensione verso l’unificazione e il completamento, ma anche la flessibilità del processo.
URI: http://hdl.handle.net/10805/2638
Research interests: Comunicazione, media, new media, filosofia del linguaggio, estetica, audience, Cultural Studies
Appears in PhD:SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Files in This Item:

File Description SizeFormat
Per una interpretazione delle nuove TV.pptPresentazione sintetica della ricerca3.09 MBMicrosoft Powerpoint
tesi_last.pdfTesto completo della ricerca2.55 MBAdobe PDF

File del Curriculum Vitae:

CurriculumVitae.doc 43.5 kBMicrosoft Word


This item is protected by original copyright

Recommend this item

Items in PADIS are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.

 

Valid XHTML 1.0! DSpace Software Copyright © 2002-2010  Duraspace - Feedback Sviluppo e manutenzione a cura del CINECA