PADIS

Pubblicazioni Aperte DIgitali Sapienza > FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA 1 [disattivato] > SCIENZE DI SANITA' PUBBLICA E MICROBIOLOGIA >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10805/2764

Title: Qualità della vita in chemioterapia ed implicazioni medico legali e medico sociali
Authors: MASSONI, FRANCESCO
Tutor: Ricci, Serafino
Keywords: Qualità della vita
chemioterapia
indennità di accompagnamento
Issue Date: 5-Apr-2016
Abstract: La disabilità rappresenta un gravoso impegno per la macchina giudiziaria del nostro Paese per le difficoltà interpretative ed applicative della normativa da cui inevitabilmente soluzioni giurisprudenziali spesso non uniformi, che non è escluso che possano rappresentare un problema anche in termini di valutazione della condotta professionale del medico legale. E’ questo il caso del diritto al beneficio dell’indennità di accompagnamento nei pazienti oncologici sottoposti a chemioterapia. L’autore procede all’analisi di una casistica per verificare l’impiego della variabile considerata (chemioterapia) come criterio diagnostico per il riconoscimento del beneficio (indennità di accompagnamento). Il campione risulta composto da 63 pazienti (20/63 M e 43/63 F; età 18-87) selezionati sulla base di criteri di inclusione come malattia (tumore maligno), terapia (chemioterapia in atto) e domanda del beneficio inoltrata nel periodo 1 luglio 2013-30 giugno 2014. Il gruppo di controllo è composto da 58 pazienti oncologici (36/58 M e 22/58 F; età 30-85) non in chemioterapia. Dopo aver collezionato i dati dei verbali delle commissioni è stata calcolata l’associazione (Odds Ratio) tra chemioterapia e riconoscimento del beneficio, anche in funzione di variabili quali genere, età ed organo interessato. Lo studio conferma l’associazione statisticamente significativa (OR 5.28; CI 95%: 2.28-12.26; p <0.001) anche in funzione di variabili come genere [sia nell’uomo (OR 5.25; CI 95%: 1.60-17.27; p <0.01) che nella donna (OR 9.55; CI 95%: 1.98-45.96; p <0.005)], età [<50 anni (OR 20.57; CI 95%: 2.17-194.95; p <0, 01), 51-65 anni (OR 18.78; CI 95%: 2.07-170.22; p <0.01) e >66 anni (OR 1.87; CI 95%: 0.60-5.85; p <0.5)] e non risulta condizionata dalla tipologia di organo interessato dalla neoplasia [es. K mammella (OR 12.38; CI 95%: 1.29-118.34; p <0.05); K colon-retto (OR 13.91; CI 95%: 0,62-312.62; p<0.1)]. La chemioterapia si associa ad effetti indesiderati che incidono sulla qualità della vita, ed un ottuso inquadramento per codici e tabelle che obbedisca ad una presunzione di obiettività e rigore valutativo, tradisce tutti i limiti e le difficoltà di un sistema che abbia al centro il dato biologico e non funzionale.
URI: http://hdl.handle.net/10805/2764
Appears in PhD:SCIENZE DI SANITA' PUBBLICA E MICROBIOLOGIA

Files in This Item:

File Description SizeFormat
MASSONI_Francesco.pdfTESI316.84 kBAdobe PDF


This item is protected by original copyright

Recommend this item

Items in PADIS are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.

 

Valid XHTML 1.0! DSpace Software Copyright © 2002-2010  Duraspace - Feedback Sviluppo e manutenzione a cura del CINECA